@trentaminuti > Salute e benessere > I richiami alimentari del 2019 > Acqua di Nepi ritirata dal commercio presenza di coliformi

Acqua di Nepi ritirata dal commercio presenza di coliformi

acqua di nepi ritirata per coliformi

Con provvedimente del ministero della salute del 31/10/2019 (pubblicato il 5/11/2019)  un lotto di acqua di Nepi è stato ritirato dal commercio per presenza di coliformi. Questi sono  batteri appartenenti alla famiglia delle enterobacteriaceae che possono avere conseguenze severe per la salute umana.

La vicenda assume rilevanza considerata la notorietà del prodotto in questione. L’acqua di Nepi è molto apprezzata per le sue proprietà salutari ed è quindi ampiamente diffusa e consumata in tutto il territorio nazionale.

L’azienda produttrice, in un comunicato diretto al “Fatto alimentare“, dichiara che la presenza di batteri coliformi sia da attribuire fattori esterni al ciclo produttivo aziendale. Aggiunge poi che il richiamo precauzionale è già stato completato.

Il lotto di acqua di Nepi contaminato da batteri coliformi è il numero n9183a con scadenza 1 luglio 2021 ed è imbottigliata in vetro da 1 litro.

Acqua di Nepi contaminata da coliformi: i rischi per la salute

I coliformi sono batteri appartenenti alla famiglia delle enterobatteriacee che producono una sintomatologia di tipo gastroenterica con vomito, nausea e diarrea. Nei casi più gravi può causare febbri enteriche. Chi avesse acquistato il lotto di acqua di Nepi segnalato è invitato a non berla e riconsegnarla presso il punto di acquisto.

Potrebbe interessarti: Acqua minerale naturale Sorgesana ritirata dal mercato per contaminazione microbiologica