@trentaminuti > Salute e benessere > I richiami alimentari del 2019 > Acqua minerale naturale Sorgesana ritirata dal mercato per contaminazione microbiologica

Acqua minerale naturale Sorgesana ritirata dal mercato per contaminazione microbiologica

Acqua minerale naturale Sorgesana ritirata dal mercato per contaminazione microbiologica

Acqua minerale naturale Sorgesana; del gruppo Lete, ritirata dal mercato per rischio microbiologico. All’interno delle bottiglie è stata rilevata la presenza del batterio Pseudomonas aeruginosa. Per inciso, è stato decretato anche il blocco del prodotto.

Blocco e richiamo di un prodotto: la differenza

Un richiamo alimentare è un avviso diffuso sia all’utenza che agli esercenti, i quali vengono edotti su un’emergenza alimentare. Così facendo, si cerca di evitare l’acquisto di un alimento a rischio salute già distribuito nei mercati al dettaglio.

Nel blocco, procedura più complessa, si cerca di risalire alla filiera di distribuzione per arrestare la diffusione di un alimento pericoloso per i consumatori. Si arriva fino al sequestro nei magazzini di stoccaggio o dello stabilimento di produzione del prodotto incriminato.

Potrebbe interessati: Come funziona un richiamo alimentare

Evidentemente, l’acqua minerale Sorgesana, per una parte è stata distribuita ai venditori e, contemporaneamente, dei lotti sono finiti nei punti vendita, dove possono essere stati già comprati.

Il richiamo e blocco alimentare dell’acqua minerale naturale Sorgesana è stato disposto con nota del ministero della salute del 14/09/2019, pubblicata sul sito del dicastero della sanità il 16/09/2019, classificando il provvedimento come “rischio microbiologico”. Considerando che l’acqua è un prodotto di largo consumo, visti i tempi, il provvedimento di richiamo e blocco è stato tempestivo.

La classifica di rischio microbiologico indica la possibilità, qualora l’acqua minerale venisse bevuta, di contrarre agenti patogeni. Nello specifico si tratta del batterio Pseudomonas aeruginosa, un microbo molto pericoloso per la salute umana. Per tale motivo i consumatori sono invitati a non bene l’acqua minerale naturale Sorgesana in questione.

Acqua minerale Sorgesana richiamata dal mercato: i dettagli del prodotto

L’acqua minerale Sorgesana richiamata dal commercio si contraddistingue per il numero di lotto 13.02.21 L402 14. Si presenta in bottigliette in PET del volume di 50 centilitri, con scadenza 13/02/2021. L’azienda di distribuzione e produzione è la Lete spa di Pratella (CE)

Acqua minerale Sorgesana contaminata da Pseudomonas aeruginosa: i rischi per la salute

Lo Pseudomonas aeruginosa è un batterio opportunista. In sostanza è un patogeno poco virulento che determina delle malattie solo nell’ospite, in questo caso l’uomo che sia stato compromesso. Risulta particolarmente aggressivo nelle persone immunodepresse.

Lo Pseudomonas è presente tipicamente nell’acqua la quale, se contaminata, non va assunta in alcun modo. Si tratta di un batterio che si acquisisce in modo diretto bevendo l’acqua che contiene il batterio, oppure indirettamente assumendo, per esempio, alimenti lavati con acqua inquinata dal batterio in questione.

Tipicamente, negli ambienti ospedalieri si entra in contatto con lo Pseudomonas aeruginosa attraverso l’utilizzo di apparecchi respiratori o di emodialisi.

Potrebbe interessarti: Acqua di Nepi ritirata dal commercio presenza di coliformi

Le malattie che causa possono essere importanti: infezioni cutanee, delle vie urinarie, dell’occhio, batteremia e endocardite. Patologie che in persone immunodepresse possono cronicizzarsi o lasciare segni permanenti. Ciò premesso, i consumatori sono invitati a prestare attenzione all’acqua minerale naturale Sorgesana nel lotto segnalato.