@trentaminuti > Salute e benessere > Varie salute e benessere > Bulimia nervosa: alla base c’è il perfezionismo della persona

Bulimia nervosa: alla base c’è il perfezionismo della persona

Un autorevole ricercatore universitario canadese ha condotto una ricerca che suggerisce la stretta relazione tra bulimia nervosa e perfezionismo. Una nuova frontiera per la cura e la prevenzione di tale patologia.

"La

La bulimia, nota anche come bulimia nervosa è un disturbo del comportamento alimentare pericoloso per la salute e molto frequente. Uno studio del professor Simon Sherry della Dalhousie University canadese, docente di psicologia e neuroscienze, suggerisce che la bulimia nervosa dipende dal perfezionismo della persona. La ricerca è stata pubblicata sull’autorevole rivista online the conservation.

Prima di entrare nei dettagli della ricerca una breve precisazione su cos’è la bulimia nervosa è doverosa. Consiste nel mangiare a dismisura per poi provocare lo smaltimento del cibo assunto attraverso comportamenti negativi. La persona bulimica si induce il vomito, prende lassativi per smaltire velocemente il cibo oppure eccede nell’attività fisica per dimagrire. Alla base della bulimia nervosa c’è sempre una psicopatologia che va indagata e risolta per poi andare a correggere i comportamenti tipici della persona bulimica.

La scoperta fatta dal professor Sherry è la stretta relazione tra bulimia nervosa e il perfezionismo eccessivo della persona che soffre di questo disturbo alimentare. La premessa fatta dal ricercatore è importante: “come professore nel dipartimento di psicologia e neuroscienze, cerco i tratti della personalità e i disturbi alimentari. Come psicologo clinico, valuto anche il trattamento dei disturbi alimentari e dei problemi associati, incluso il perfezionismo”.

Bulimia nervosa: dipende dal perfezionismo della persona

Lo studioso del ricercatore canadese prosegue affermando che i risultati raggiunti mostrano chiaramente che i perfezionisti hanno maggiori probabilità di sviluppare la bulimia e sono a maggior rischio di contrarre la malattia con il passare del tempo.

L’obiettivo di questo studio è aiutare “i terapeuti i quali saranno in grado di migliorare i trattamenti per alcuni pazienti bulimici concentrandosi, sul loro perfezionismo di base e sui loro sintomi”. L’assunto da tener presente e la relazione stretta tra la bulimia nervosa e perfezionismo.

La persona bulimica matura una dura autocritica tendente alla pignoleria. “Ciò la induce a uno sforzo incessante per l’impeccabilità e il mantenimento di standard irrealisticamente elevati per se stesso e gli altri”. Il professor Sherry sottolinea anche che “i perfezionisti sono raramente soddisfatti delle loro prestazioni e si impegnano in una severa autocritica quando i loro sforzi non raggiungono la perfezione”.

Il risultato di tali considerazioni e che molti bulimici hanno un substrato di perfezionismo per il quale maturano il disturbo del comportamento alimentare in questione.

Bulimia nervosa: i dati di partenza dello studio

Secondo le statistiche, in Canada circa 275.000 ragazze e ragazze  ad un certo punto della loro vita avranno la bulimia.  Mangeranno grandi quantità di cibo, spesso in segreto, e quindi per prevenire l’aumento di peso si indurranno il vomito, faranno digiuno o esercizio fisico in eccesso.

La maggior parte dei malati di bulimia sono donne. Circa il due per cento di loro muore ogni decennio e un quinto di quelle morti sono dovute al suicidio . Per il ricercatore canadese “scoprire i molteplici fattori che portano alla bulimia nervosa è quindi molto importante, soprattutto perché le cause sono in gran parte sconosciute”.

Bulimia nervosa e perfezionismo: i risultati della ricerca

Bulimia nervosa e perfezionismo. Il professor Simon Sherry ha condotto una approfondita ricerca dove ha identificato 12 studi longitudinali con un totale di 4.665 partecipanti. In seguito, ha analizzato i risultati attraverso mezzi statistici.

La maggior parte dei partecipanti era di sesso femminile (86,8%) e comprendeva adolescenti, studenti universitari e adulti della comunità, con un’età media di 19 anni. Lo studio condotto ha dimostrato che il perfezionismo prevedeva aumenti nella bulimia nervosa, anche dopo aver controllato i livelli basali della condizione. Ciò suggerisce che i perfezionisti sono più a rischio di sviluppare tale patologia con il passare del tempo.

In sostanza, conclude Sherry, il perfezionismo è centrale per la personalità delle persone che sviluppano la bulimia.

 Ricerche precedenti hanno già dimostrato che la pressione esterna della famiglia, degli amici e dei media può contribuire alla malattia promuovendo il desiderio di raggiungere un peso e una forma “ideali” . Ma il legame tra perfezionismo e bulimia non è mai stato esplorato estesamente.