@trentaminuti > Salute e benessere > I richiami alimentari del 2020 > Burro di arachidi bio ritirato dal mercato: contiene aflatossine

Burro di arachidi bio ritirato dal mercato: contiene aflatossine

L’esatta denominazione del prodotto è “organic peanut butter crunchy” a marchio Clearspring. Contiene aflatossine oltre i limiti previsti dalla legge.
Burro di arachidi bio ritirato dal mercato: contiene aflatossine

Il ministero della salute, in data 03/01/2020 (pubblicato l’8 gennaio 2020), ha emesso un richiamo alimentare per burro di arachidi bio, ritirato dal mercato: contiene aflatossine oltre i limiti consentiti dalla legge. Stante il tipo di contaminazione la classificazione data al provvedimento è per “rischio chimico”. L’esatta denominazione sugli scaffali del prodotto richiamato, proveniente dall’Inghilterra, è organic peanut butter crunchy marchio Clearspring

Per quanto riguarda l’agente contaminante si tratta di aflatossine, in pratica funghi che crescono tra le coltivazioni tradizionali infettandole con il loro veleno. Circostanza frequente nelle coltivazioni biologiche dove viene evitato l’utilizzo di fitofarmaci.

Burro di arachidi bio ritirato dal commercio: contiene aflatossine

Il richiamo riguarda burro di arachidi bio marchio Clearspring (organic peanut butter crunchy), il lotto contaminato da aflatossine è il numero E193894 con scadenza 30/11/2022, importato in Italia dall’Inghilterra dall’azienda Mediterranea srl. L’alimento è confezionato dalla Clearspring LTD del Regno Unito, si presenta in confezioni da sei vasetti da 350 grammi l’uno.

Il motivo del provvedimento di ritiro è la presenza di aflatossine che rendono il burro di arachidi tossico all’ingestione. Di fatto, nella nota del dicastero viene esplicitamente dichiarato “superamento dei limiti di aflatossine imposte dal regolamento”. Viene poi aggiunto di “non consumare, ritirare il prodotto dal mercato e richiamarlo dal consumatore finale”.

Appare chiara la pericolosità per la salute dei consumatori ai quali si raccomanda di verificare se avessero acquistato il lotto indicato di burro di arachidi e, nel caso fosse, l’invito è di riconsegnarlo presso il punto vendita.

Potrebbe interessarti: Come funziona un richiamo alimentare

Burro contaminato da aflatossine: i rischi per la salute

Le aflatossine, in generale, sono micotossine cioè  sostanze chimiche tossiche prodotte da funghi che crescono in modo parassitario nelle coltivazioni, contaminandole. In particolare le aflatossine risultano essere molto pericolose per la salute, è dimostrato infatti che sono cancerogene. Sono anche genotossiche, ovvero hanno la capacità di alterare il DNA.

Di solito, l’intossicazione da micotossine procura segnali assimilabili all’avvelenamento da funghi, con differenti sintomatologie a seconda della micotossina assunta.

Di solito, l’intossicazione da micotossine procura segnali assimilabili all’avvelenamento da funghi, con differenti sintomatologia a seconda della micotossina assunta. Nel caso delle aflatossine, oltre a tale aspetto, si registra l’azione cancerogena e mutagena del contaminante.

L’assunzione di aflatossine, fino a certi limiti è tollerata ma, a quanto risulta, non è il caso del lotto di burro di arachidi ritirato dal commercio che, contenendo aflatossine in eccesso, non deve essere consumato.