@trentaminuti > Tecnologia e scienze > Informatica e telefonia > Come scegliere uno smartphone

Come scegliere uno smartphone

come scegliere uno smartphone

Considerando la vasta gamma di marche e modelli con diverse caratteristiche e prezzi, farsi un’idea precisa su come scegliere uno smartphone può creare delle difficoltà. La forte accelerazione tecnologica e la competitività dei vari produttori porta a modelli sempre più tecnologicamente evoluti.

Ciò implica che le caratteristiche tecniche degli smartphone sono in continua evoluzione disorientando, a volte, l’acquirente che si trova di fronte a un’enorme varietà di specifiche da considerare. C’è poi l’impegno economico per l’acquisto di un nuovo telefonino che può essere rilevante, saper optare per quello giusto è quindi importante.

Pertanto, per capire come scegliere uno smartphone più adatto alle proprie esigenze è bene analizzare, con una buona cognizione di causa, i vari riferimenti tecnici e le funzioni di tali dispositivi. Esse vanno dallo scattare foto alla loro condivisione sui social media, dalla navigazione in internet ai pagamenti online. Con gli smartphone spesso si chatta piuttosto che telefonare, vengono consultate le mappe, si condividono i video e, all’occorrenza, in auto diventano ottimi navigatori.

In pratica i telefonini sono simili a un personal computer con caratteristiche anche “complesse” per chi non è ben dentro la materia. Per questo, e la scelta del cellulare più adatto alle proprie esigenze può essere difficoltosa. Una maggiore  consapevolezza  sui requisiti a cui prestare attenzione in caso di acquisto di uno smartphone è doverosa.

Potrebbe interessarti: Come scegliere ebook reader

Come scegliere uno smartphone: le caratteristiche tecniche

Lo schermo

La bontà del display è proporzionale alla sua grandezza, misurata in pollici e, soprattutto, ai pixel che è l’unità di misura della risoluzione. Maggiori sono i pixel e i pollici e meglio si vedranno le scritte e le immagini.

Nel valutare le caratteristiche dello schermo si dovrà trovare un buon rapporto risoluzione-grandezza, tenendo presente che maggiore è la misura del display in pollici e più grande sarà il cellulare. Ciò  introduce comprensibili problemi di portabilità.

Superati i 5,5” (pollici) non si parla più di smartphone ma di phablet cioè, viste le dimensioni, di una via di mezzo tra cellulare e tablet.

come scegliere uno smartphone

La tecnologia dei display offre diverse opzioni che migliorano la qualità della visione dei contenuti. Si va dagli schermi LCD fino ad arrivare ai FULL – HD. Al momento vengono offerte risoluzioni QHD o 2K che arrivano a una risoluzione di 2560×1440 pixel. Una qualità eccellente che non sempre è necessaria. Solo nel caso in cui si desidera utilizzare lo smartphone come strumento di imaging system è bene orientarsi verso un’alta risoluzione, che naturalmente ha un costo maggiore.

La risoluzione dipende dalla tecnologia dei monitor. Gli schermi LCD danno una qualità buona anche se creano problemi con il contrasto dei colori, che varia con l’angolatura di visione. Con gli schermi LCD TFT questo problema è minore anche se hanno un costo maggiore.

Stanno prendendo piede i monitor IPS (In Plane Switching), un tipo di display LCD che risolve alcune limitazioni dei precedenti TN (Twisted Nematic) relative agli angoli di visione e alla fedeltà nella riproduzione dei colori.

I display AMOLED sono migliori rispetto agli LCD, offrono un migliore contrasto e un’ottima risoluzione dei colori. Inoltre, consumano meno energia quando vengono illuminati. L’osservazione dei contenuti del display non cambia con l’angolo di visione anche se la risoluzione soffre se esposti alla luce solare. Problema risolto con i display super AMOLED che permettono una maggiore luminosità

Processore e RAM

A meno di non essere esperti non ci si può avventurare troppo nei meandri di queste due componenti. Considerando che uno smartphone è simile ad un personal computer è dotato di un processore (CPU). Su esso si dovrà valutare la velocità, espressa in GHz, insieme alla quantità di memoria di lavoro, la cosiddetta RAM.

Un processore potente unito ad una buona quantità di RAM aumentano le prestazioni dello smartphone soprattutto se si desidera utilizzare diverse app o fruire di contenuti multimediali.

Riassumendo, per l’unità centrale di elaborazione (CPU) è importante la velocità in GHz che misura il tempo con il quale vengono “lette” le istruzioni del sistema operativo e dei vari programmi installati sullo smartphone.

La RAM si misura in byte e considerando che l’utilizzo dello smartphone è orientato sempre più alla visione dei video e delle immagini è consigliabile dotarsi di una buona quantità di RAM. Minimo 2 GB (GigaByte) ma più è alta migliori saranno le prestazioni del cellulare.

Accesso ad Internet

Sui cellulari la navigazione in rete avviene o attraverso i sistemi Wi-Fi oppure mediante i servizi offerti da un operatore telefonico. Tutti gli smartphone hanno il Wi-Fi mentre al momento la migliore tecnologia Internet in mobilità è la 4G/LTE. Se si desidera quindi navigare agevolmente anche se non si è connessi ad un sistema Wi-Fi è bene assicurarsi che lo smartphone abbia il supporto LTE.

Gli operatori telefonici stanno offrendo tecnologie di connessione superiori a 4G/LTE e naturalmente lo smartphone deve essere in grado di interfacciarsi ai nuovi standard offerti dal mercato. All’acquisto, quindi, è bene assicurarsi che la tecnologia di connessione dello smartphone sia compatibile con le offerte sul mercato.

Bluetooth e NFC

Sia Bluetooth che NFC sono tecnologie che permettono allo smartphone di interconnettersi ad altri device come le cuffie, le stampanti, il sistema audio dell’automobile o per scambiarsi dati fra cellulare vicini tra di loro. Se un tempo Bluetooth e NFC erano degli optional ormai sono caratteristiche che vengono offerte di default.

Batteria

La potenza della batteria è misurata in milliampereora (mAh). Più mAh ci sono e maggiore è l’autonomia dello smartphone. Comunque a dettare la reale “durata” della carica di un telefono è soprattutto il modo con il quale lo si utilizza. Maggiori sono le app in memoria o le opzioni attivate sullo smartphone e minore sarà la durata di utilizzo dell’apparato.

come scegliere ebook reader - smartphone

Anche in quest’area la tecnologia si sta evolvendo offrendo pile sempre più performanti.

La fotocamera

La tendenza a scattare foto, selfie e girare filmati ha condizionato l’evoluzione tecnologica dei cellulari. Ormai devono dotarsi di una fotocamera, sia anteriore che posteriore, che sia di qualità.

Gli elementi da valutare per determinare la bontà di questo accessorio sono diversi. Primo fra tutti la risoluzione offerta dalle immagini scattate, parametro che si misura in megapixel. Maggiore sarà questa caratteristica migliore risulterà lo scatto e quindi la qualità della fotocamera equipaggiata nello smartphone.

Trattandosi di una vera e propria macchina fotografica le altre caratteristiche da valutare sono l’apertura del diaframma e la presenza del flash, in pratica le specifiche di una macchina fotografica tradizionale. Da non sottovalutare il software di stabilizzazione dell’immagine.

La miglior valutazione può essere reperita dalle varie risorse presenti in internet che forniscono esempi di scatti operati con diversi cellulari. In questo modo sarà più semplice farsi un’idea della fotocamera che meglio si adatta alle proprie esigenze.

L’unita di storage

In ragione del massiccio uso dei media – immagini e filmati – sia prodotti con il cellulare che ricevuti, l’unità di storage, chiamata comunemente memoria, rappresenta un importante elemento da valutare. Su di essa vengono immagazzinati il sistema operativo, le app installate e i dati di chi utilizza l’apparecchio.

In particolare, le foto e le riprese sono generalmente ‘pesanti’ e occupano molto spazio. L’unità di storage deve essere quindi adeguata. Maggiore sarà la sua capacità, espressa in GB (GibaByte), migliore risulterà la capienza di informazioni e programmi che può contenere lo smartphone.

come scegliere uno smartphone

La memoria è quindi una caratteristica da tener bene in considerazione all’atto dell’acquisto del cellulare. Come va considerata la possibilità di espanderla attraverso le memorie SID che possono essere aggiunte in appositi slot presenti sul cellulare.

GPS

Il GPS è il sistema attraverso il quale si accede alla posizione del dispositivo. E’ una componente estremamente importante considerato il crescente l’utilizzo delle mappe e dei servizi di localizzazione. Un tempo il GPS era un optional ora viene offerto di default anche per gli smartphone di fascia bassa.

Sistema operativo

Ci sarebbe molto da dire su questo argomento ma manca l’oggettività offuscata dai pareri degli utenti che fanno il tifo per un sistema piuttosto che un altro. Il sistema operativo, in generale, è il “governo” del dispositivo”. Android è il più diffuso. Risulta essere flessibile e dispone di uno store ricco di app e giochi. E’ talvolta poco stabile e soggetto a rischio di virus informatici che ormai stanno invadendo anche il mondo degli smartphone. Di contro, con un buon antivirus e tenendolo aggiornato è semplice metterlo in sicurezza.

IOS è il sistema operativo degli iPhone che risulta essere stabile e ricco di app. Comincia a risultare anche ben servito dagli sviluppatori. Ha uno svantaggio: è più “chiuso” se confrontato con Android.

Infine c’è Windows Phone; il sistema operativo sviluppato da Microsoft. Non ha ottenuto il successo sperato, quindi si ritrova con uno store povero di app.

Una volta ottenute con dovizia le nozioni su come scegliere uno smartphone si può procedere all’acquisto analizzando alcuni interessanti modelli al momento sul mercato.

Trentaminuti offre ai propri lettori un servizio informativo gratuito. In ogni caso, mantenere e lavorare sul sito ha dei costi che con la pubblicita' non si riesce a coprire. Per questo motivo Trentaminuti ti chiede un sostegno minino come aiuto al mantenimento del sito. Fai una donazione traminte paypal grazie.