@trentaminuti > Salute e benessere > I richiami alimentari del 2019 > Cozze ritirate dal commercio per escherichia coli

Cozze ritirate dal commercio per escherichia coli

Cozze ritirate dal commercio per escherichia coli

In accordo con il produttore il ministero della salute, in data 4/11/2019, ha emesso una nota di richiamo per un lotto di cozze ritirate dal commercio per escherichia coli. Il dispositivo ministeriale è stato pubblicato in data 15/11/2016, a distanza di molti giorni da quando i mitili sono stati richiamati.

Trattandosi di escherichia coli, quindi di un batterio, la classifica e per rischio microbiologico. Inoltre, il confezionamento della merce ritirata dal mercato è predisposto sia per i commercianti che per i dettaglianti. Entrambe le categorie, quindi, dovranno prestare attenzione al lotto di cozze contaminate in questione.

Cozze ritirate dal commercio per escherichia coli: i dettagli

Il richiamo alimentare riguarda cozze muscolo spezzino marchio Coop. Mitilicoltori Spezzini, numero di lotto 04-11-19 FL, nella nota non viene riportata la data di scadenza ne il TMC. L’azienda di produzione è la Società Cooperativa Mitilicoltori Associati  r.l. di Lerici (SP). I mitili si presentano in confezione commerciali da 10 kg e 1,5 kg. Nella nota del ministero si giustifica il provvedimento per escherichia coli oltre i limiti di legge.

Potrebbe interessarti: Ghiaccio a cubetti ritirato dal mercato per escherichia coli

Escherichia coli: i pericoli per la salute

Il batterio dell’escherichia coli si insinua negli alimenti attraverso contaminazione fecale: Si tratta di un patogeno molto pericoloso per la salute dei consumatori. Può provocare malattie intestinali, infezioni delle vie urinarie, meningite, peritonite, setticemia e polmonite.

I consumatori e i dettaglianti, pertanto, sono invitati a prestare la massima attenzione al lotto segnalato di cozze ritirate dal commercio per escherichia coli.