@trentaminuti > Salute e benessere > Varie salute e benessere > Ebola in Congo: ancora casi di infezione

Ebola in Congo: ancora casi di infezione

Ebola in Congo: ancora casi di infezione

Non finiscono i casi di Ebola in Congo, ancora casi di infezione registrati nelle province di Nord Kivu e Ituri, Lo stabilisce il report periodico diffuso dal Ministero della Salute in data 19 dicembre 2019.

Peraltro, nel documento viene affermato che “Tutti gli 11 casi segnalati negli ultimi sette giorni sono collegati al caso nell’area sanitaria di Aloya, in cui un individuo è stato la potenziale fonte d’infezione per 28 persone. In base al sequenziamento preliminare dei campioni prelevati a questo individuo, è stato classificato come una ricaduta di EVD. Sono stati documentati rari casi di ricaduta – nei quali una persona che è guarita da EVD mostra nuovamente sintomi della malattia – durante le passate epidemie, tuttavia si tratta della prima ricaduta documentata durante quest’epidemia.”

Per EVD si intende Ebola Virus Diseas e, naturalmente, la notizia che tale terribile epidemia miete ancora vittime non è rassicurante. A sostegno della repubblica del Congo ci sono volontari occidentali e sanitari delle Nazioni Unite. Per i bambini l’UNICEF sta compiendo un encomiabile lavoro, creando gruppi di supporto e consulenza per l’alimentazione dei bambini piccoli.

I vari partner lavorano per migliorare la salute dei bambini nelle aree maggiormente affette da casi di ebola rafforzando la continuità delle cure primarie e supportando la vaccinazione contro le malattie prevenibili, prevenendo la malaria tramite la distribuzione di zanzariere e la fornitura di farmaci antimalarici.

L’andamento dell’ebola in Congo e i casi registrati sono costantemente monitorati regione per regione, in modo da capire dove intervenire per contenere le contaminazioni e sostenere, dal punto di vista sanitario, la popolazione. Purtroppo, ad oggi, non è ancora possibile stimare quando si potrà diramare il cessato pericolo per questa epidemia che da tempo affligge il Congo.

Ebola in Congo: ancora casi di infezione

Ebola in Congo: gli ultimi casi segnalati

Nella settimana dal 16 al 22 dicembre 2019, sono stati registrati 14 nuovi casi confermati di malattia da virus Ebola (EVD) riportato da quattro aree sanitarie all’interno di due zone sanitarie nella provincia del Nord Kivu nella Repubblica Democratica

I nuovi casi confermati nella scorsa settimana provengono dalla Mabalako Health Zone (12/14; 86%) e Butembo Health Zone (2/14; 14%).

Potrebbe interessarti: Epidemia del virus ebola in Congo: le stime aggiornate

Tutti i 14 casi segnalati negli ultimi sette giorni sono collegati al caso nell’area sanitaria di Aloya, in cui uno l’individuo era una potenziale fonte di infezione per una catena di trasmissione che attualmente collega 39 persone riportato tra l’8 e il 22 dicembre 2019. Basato sul sequenziamento preliminare dei campioni da questo individuo, questo viene classificato come una ricaduta di EVD.

Si pensa che siano in totale 29 casi segnalati collegamenti epidemiologici diretti a questo caso e 10 casi sono probabilmente il risultato di ulteriori secondari trasmissione di EVD.

Negli ultimi 21 giorni (dal 2 al 22 dicembre 2019), sono stati segnalati 49 casi confermati da 12 aree sanitarie all’interno di sei zone sanitarie attive vicine nelle province del Nord Kivu e Ituri. Purtroppo, si registrano contagi anche sugli operatori sanitari che sono sul luogo per contrastare l’epidemia

Raccomandazione dell’OMS per i casi di Ebola in Congo

L’OMS continua a monitorare attentamente e, se necessario, verificare le misure relative ai viaggi e al commercio per questo evento. Attualmente, nessun paese ha implementato misure restrittive sui viaggi che interferiscano significativamente col traffico internazionale da e per la Repubblica Democratica del Congo.

I viaggiatori dovrebbero informarsi presso un medico prima di partire e applicare adeguate misure igieniche. Ulteriori informazioni sono disponibili nel documento WHO recommendations for international traffic related to the Ebola Virus Disease outbreak in the Democratic Republic of the Congo.