@trentaminuti > Storia > Curiosità della storia > Il fantasma del castello di Fumone è del marchese Francesco Longhi

Il fantasma del castello di Fumone è del marchese Francesco Longhi

ll fantasma del castello di Fumone è il marchesino Francesco Longhi?
ll fantasma del castello di Fumone è il marchesino Francesco Longhi?

Sono intervenuti i ricercatori dell’associazione GHR per capire chi sia il fantasma che si aggira tra le mura del singolare maniero laziale.

La conclusione dei ghost-hunter romani, dopo un’indagine seria e approfondita, è che di sicuro una manifestazione anomala c’è stata. E’ forse il fantasma del marchese Francesco Longhi?

In una foto catturata dai ricercatori, l’ectoplasma si trova vicino ai propri resti mortali.

Questa è di sicuro una singolare coincidenza ma i ricercatori romani hanno solamente accreditato la tesi di un evento anomalo, e quindi inspiegabile. Per molti invece si tratta del fantasma del castello di Fumone.

Nel dettaglio, il 17 giugno 2017, i cacciatori di fantasmi romani, dopo aver posizionato le loro attrezzature nelle sale del castello di Fumone, hanno aspettato tutta la notte che qualcuno si manifestasse.

L’attesa non è stata vana e i risultati importanti. Per i ricercatori, sempre molto cauti, sono state riscontrate due anomalie. La registrazione di una voce indefinita e una variazione termica che ha prodotto la foto del fantasma. Le metodologie utilizzate e i risultati ottenuti possono essere visionati direttamente nel sito dell’associazione GHR.

Il fantasma del castello di Fumone: la storia

Le origini del castello di Fumone si perdono nella notte dei tempi. Risalente all’epoca romana è stato per ben cinque secoli prigione dell’allora Stato pontificio. Nel 1584 papa Sisto V lo affidò alla famiglia dei marchesi Longhi i cui successori lo abitano tuttora.

Ingresso del castello di Fumone
Ingresso del castello di Fumone

Come prigione, nel castello di Fumone, condanne a morte, uccisioni violente e maltrattamenti furono spesso praticate, e le voci dei reclusi riecheggiano ancora nelle stanze dell’edificio.

Diversi i carcerati illustri che vi persero la vita: l’antipapa Gregorio VIII, murato in qualche ala del castello e Celestino V, il cui cranio presenta un foro attribuito ad un chiodo.

Il fantasma del castello di Fumone è del marchese Francesco Longhi!?

Secondo le dicerie, sono 18 i fantasmi del castello di Fumone, anche se i più attivi sono due. Il marchesino Francesco Longhi e sua madre; la duchessa Emilia Caetani.

La loro storia è particolarmente tragica. Correva l’anno 1851 e Francesco, ultimo figlio del marchese Longhi e della duchessa Caetani, aveva sette sorelle. Per il diritto di maggiorasco avrebbe ereditato tutti i beni della famiglia.

Non contente le sorelle lo avvelenarono, aveva solo tre anni. La madre quasi impazzi per il dolore. Da un medico, fece imbalsamare il corpo del figliolo, diseredò le figlie e fece ridipingere a lutto tutti i suoi ritratti.

Ancora oggi, i resti mummificati del marchesino si trovano all’interno di un ‘secretaire’ in una stanza del castello di Fumone.

Potrebbe interessarti: Barbara Sanseverino: breve biografia

Secondo le credenze, ogni notte madre e figlio si danno appuntamento per abbracciarsi. Lo spettro della duchessa si avvicinerebbe alla teca dove è custodito il figlio tra singhiozzi, strilla di dolore e tristi canti di ninna nanna.

Sono secoli che la gente del posto raccontata di aver sentito i lamenti dell’augusta mamma provenire dalle finestre del castello.

Mentre il fantasma del marchesino si manifesta con la sua voce di bambino e con dei suoni strani, provenienti per lo più dalla stanza dove il suo corpo è custodito. Si racconta che stia giocando.

I ricercatori dell’associazione ghost hunter hanno dissipato i dubbi sul fantasma del castello di Fumone? Per molti sì.