@trentaminuti > Storia > Fatti ed eventi storici > Hachiko: il cane simbolo dell’amore e della fedeltà verso l’uomo

Hachiko: il cane simbolo dell’amore e della fedeltà verso l’uomo

Ha aspettato in stazione il ritorno del suo padrone defunto. Dopo 10 anni di attesa Hachiko, il cane simbolo della fedeltà verso l’uomo è morto, diventando una simbolo della fedeltà.

Hachiko il cane simbolo dell'amore e della fedeltà verso l'uomo
Hachiko il cane simbolo dell’amore e della fedeltà verso l’uomo

La storia di Hachiko, il cane simbolo dell’amore e della fedeltà ha commesso il mondo. Era l’8 marzo del 1935 quando moriva il cane giapponese, di razza akita, dopo che per 10 anni aveva atteso il suo padrone fuori alla stazione Shibuya dove ogni giorno tornava. Morto di ictus, il padrone, non torno mai più ma Hachiko lo attese all’esterno della stazione fino all’ultimo.

Nel 1934, un anno prima della sua morte, fuori dalla stazione di Shibuya venne posta una statua in bronzo che lo rappresentava mentre attendeva il ritorno del suo padrone. Un’altra fu installata nella sua città natale, Odate.

La morte di Hachiko celebrata come lutto nazionale

La storia di Hachiko, il cane simbolo dell’amore e della fedeltà, fu narrata in un film interpretato da Richard Gere. Da allora la vicenda divenne virale. In Giappone già lo era tanto che l’8 marzo, giorno della morte di Hachiko, è stato proclamato il lutto nazionale. Potrebbe interessarti: Impariamo a capire il linguaggio del cane

Hachiko, il cane simbolo dell’amore e della fedeltà, morì di filariosi all’età di 15 anni. L’8 marzo di ogni anno, davanti alla statua che lo rappresenta, viene organizzata una cerimonia in un sua memoria.

Nel 2015, ad 80 anni della sua morte, l’Università di Tokyo pose una statua che lo ritraeva, finalmente, insieme al suo padrone. La ricongiunzione era la cosa che aveva desiderato più al mondo.

Hachiko: in un immagine del 1932
Hachiko: in un immagine del 1932

Il film del 2009 che narra la sua storia, dal titolo Hachiko – il tuo migliore amico, è la rappresentazione di una frase di Victor Hugo: “guarda negli occhi un cane e prova ad affermare che non ha un anima”.

Hachiko il cane simbolo dell'amore e della fedeltà
Hachiko il cane simbolo dell’amore e della fedeltà

La storia di Hachiko, ha avuto risonanza  anche nella letteratura, comparendo soprattutto in racconti per bambini: fra questi, si citano Hachikō: The True Story of a Loyal Dog, scritto da Pamela S. Turner e illustrato da Yan Nascimbene, Hachiko Waits di Lesléa Newman e infine Taka-chan and I: A Dog’s Journey to Japan.