@trentaminuti > Salute e benessere > I richiami alimentari del 2019 > Listeria monocytogenes in insalata ritirata dal commercio per rischio microbiologico

Listeria monocytogenes in insalata ritirata dal commercio per rischio microbiologico

Allarme listeriosi in Europa: sono tre i marchi di insalata capricciosa contaminati da Listeria Monocytogenes provenienti dallo stesso stabilimento di produzione. 
Listeria monocytogenes in insalata, ritirata dal commercio: rischio microbiologico

Listeria monocytogenes in insalata ritirata dal commercio, questa è la sintesi di due richiami disposti dal ministero della salute datati 18/01/2018 e di un terzo del 19/01/2018. La vicenda riguarda tre distinti marchi dello stesso alimento ma in tutte le circostanza il produttore è sempre lo stesso. I casi di Listeria monocytogenes rinvenuta in alimenti, negli ultimi tempi, stanno coinvolgendo diversi paesi europei al punto di destare allarme da parte delle autorità sanitarie comunitarie.

Uno dei tre richiami riguarda insalata preconfezionata capricciosa a marchio dell’azienda municipalizzata “centrale del latte di Brescia”. Società municipalizzata che, come tale, dovrebbe garantire maggiormente il consumatore. In ogni caso, in tutte le circostanze, i richiami sono stati eseguiti per rischio microbiologico, trattandosi di contaminazione batterica da listeria monocytogenes.

Listeria in insalata capricciosa, il dettaglio dei prodotti richiamati dal commercio

Nello specifico, i prodotti richiamati per presenza di listeria monocytogenes sono i seguenti:

18/01/2019 – marchio Centrale del latte di Brescia spa – Insalata mista Capricciosa, lotti di produzione 15L4M255 – 16L4M255 – 17L4M255. L’insalata si presenta in vaschette preconfezionate da 150 gr con scadenza 22-23-24/01/2019. L’azienda produttrice è Facchini srl nello stabilimento di Via Martiri della Libertà 23 cap. 25020 Poncarale (BS). Si presume che l’alimento sia stato commercializzato localmente, pertanto i consumatori che potrebbero aver acquistato l’insalata in questione sono raccolti nell’area del bresciano.

Listeria monocytogenes in insalata, ritirata dal commercio: rischio microbiologico

18-01-2019 marchio First – Insalata mista Capricciosa, commercializzata presso l’alco spa grandi magazzini, Via Grandi 20 Brescia. I lotti di insalata contaminati recano numero 15L6M255 e 16L6M255. L’insalata si presenta preconfezionata in vaschette del peso di 150 gr. L’azienda e stabilimento di produzione sono gli stessi già citati nel precedente caso riguardante la centrale del latte.

Listeria monocytogenes in insalata, ritirata dal commercio: rischio microbiologico

19-01-2019 marchio Terra&Vita insalata capricciosa, lotto n.  A15L6M255 e scadenza 25/01/19, venduta in vassoio da 150 gr. Anche in questo caso l’azienda produttrice è la Facchini srl nello stabilimento di Via Martiri della Libertà 23 cap. 25020 Poncarale (BS).

Nei tre casi segnalati, si tratta di un semplice cambio di etichettatura e la presenza di Listeria monocytogenes suggerisce di non consumare il prodotto riconsegnandolo presso il punto vendita. La fonte della contaminazione, è evidente che va ricercata nello stabilimento di produzione della Facchini srl.

Listeria monocytogenes: i rischi per la salute

Listeriosi è la patologia trasmessa del batterio della listeria monocytogenes, una patologia che nelle forme lievi reca disturbi di natura gastrointestinale con sintomi simili alla sindrome influenzale. Nelle donne in gravidanza può procurare l’aborto mentre nei casi severi può portare alla meningite.

Essendo un batterio molto resistente si diffonde facilmente, da qui l’allarme che sta coinvolgendo molti paesi europei dove si contano diversi casi di listeriosi con qualche decesso. Considerati i rischi per la salute, i consumatori sono invitati a prestare attenzione all’alimento in questione non consumandolo.

Potrebbe interessarti: Coppa di testa ritirata dal commercio per listeria monocytogenes

Aggiornamento del 21/01/2019