@trentaminuti > Salute e benessere > I richiami alimentari del 2020 > Olio di sesamo tostato ritirato dal commercio per idrocarburi aromatici sopra i limiti

Olio di sesamo tostato ritirato dal commercio per idrocarburi aromatici sopra i limiti

Olio di sesamo tostato ritirato dal commercio per idrocarburi aromatici sopra i limiti

In accordo con il distributore il ministero della salute, in data 04/02/2019 (pubblicato il 06/02/2019), ha emesso un richiamo alimentare per olio di sesamo tostato, ritirato dal commercio per la presenza idrocarburi aromatici sopra i limiti di legge.

Il marchio del prodotto è Oh Aik Guan e, per la natura del problema riscontrata, l’olio è stato richiamato per “rischio chimico”. Tale dicitura indica che l’elemento contaminante è di natura artificiale, nello specifico si tratta di PAH (idrocarburi aromatici policiclici) i quali sono universalmente noti come sostanze altamente tossiche e pericolose per la salute umana.

Olio di sesamo ritirato dal mercato: i dettagli

Il richiamo riguarda un lotto di olio di sesamo tostato marchio Oh Aik Guan il quale contiene PAH (idrocarburi aromatici policiclici) in quantità superiore ai limiti di legge. Il prodotto, che proveniente da Singapore, è distribuito in Italia dall’azienda Taico snc – Via Breda 32/9 10010 Burolo (TO). L’olio interessato dal problema ha scadenza è numero di lotto 22/05/2022 e si presenta in taniche da 5 litri.

Stante la natura del richiamo, il ministero invita i possessori dell’olio indicato a “bloccare immediatamente la vendita e/o l’utilizzo” per poi concordare le modalità di rientro dell, ottenendo il rimborso del prodotto.

Potrebbe interessarti: Pasta con oli minerali dal Kazakhstan, allerta in Europa

Olio di sesamo tostato richiamato: i rischi per la salute

Il richiamo alimentare è stato emesso poiché all’interno dell’olio di sesamo è stata rinvenuta una quantità eccessiva di idrocarburi aromatici, nello specifico di PAH. Tale elemento, alla combustione, è dimostrato essere cancerogeno, mutagene e pericoloso per le donne in stato di gravidanza.

Tali caratteristiche hanno portato al richiamo del lotto di prodotto indicato, indicazione valida per i distributori all’ingrosso, i dettaglianti e i consumatori finali. In sostanza, tutti coloro che avessero scorte del lotto indicato di olio di sesamo non devono utilizzarlo ma restituirlo al distributore.