@trentaminuti > Salute e benessere > Richiami di prodotti non alimentari > Rischio incendio: BMW richiama 1.4 milioni di auto vendute in USA e Canada

Rischio incendio: BMW richiama 1.4 milioni di auto vendute in USA e Canada

Rischio incendio: BMW richiama 1.4 milioni di vetture vendute in USA e Canada

3 novembre 2017 – Il portavoce della BMW Michael Rebstock,  in un comunicato Reuters, ha dato la notizia che una serie di veicoli dell’azienda tedesca sono a rischio incendio.

Il pericolo non è elevato ma la fabbrica tedesca, precauzionalmente, ha emesso un richiamo per alcuni modelli di vetture BMW, i quali presentano problemi di riscaldamento.

Il malfunzionamento potrebbe portare le auto ad incendiarsi, anche stando ferme e spente. Il rischio incendio per le autovetture BMW, per ora, riguarda solo il Nord America e il Canada. Ma il portavoce dell’azienda ha dichiarato “Stiamo esaminando se sarà necessario in futuro ampliare questo (richiamo) in altri paesi”.

Quindi, le aree di rischio per le BMW con malfunzionamento possono essere ampliate e riguardare anche l’italia.

Rischio incendio BMW: i modelli segnalati

Il pericolo di incendio deriva da due distinti problemi e riguarda diversi modelli di autovettura. La casa tedesca assicura che le riparazioni dovrebbero iniziare il 18 dicembre 2017.

Il primo richiamo riguarda quasi 673.000 macchine. I modelli interessati sono: 323i, 325i, 325xi, 328i, 328xi, 330i, 330xi, 335i, 335xi e M3 dagli anni 2006 al 2011. Sono incluse anche le 328i xDrive 2007-2010, 335i xDrive e 335is e il 2009-2011 335d.

Il problema proviene dai cablaggi per il sistema di riscaldamento e condizionamento. Secondo la BMW, i cavi possono surriscaldarsi e causare la fusione dei connettori, aumentando il rischio di incendio anche quando i veicoli sono incustoditi. Quattro conducenti hanno riportato lesioni. La BMW assicura che i concessionari sostituiranno i cavi e i connettori.

Il più grande dei richiami copre oltre il 740.000 veicoli. I modelli sono: 328i, 328xi, 328i xDrive, 525i, 525xi, 528i, 528xi, 530i, 530xi, X3 3.0si, X3 xDrive30i, X5 xDrive30i, Z4 3.0i, Z4 3.0si e Z4 sDrive30i -2011. È incluso anche il 2008-2011 128i. Tutti con motore a 6 cilindri.

In questo caso, un riscaldatore per la valvola di ventilazione del carter può surriscaldarsi e causare la fusione della valvola. Ciò aumentando il rischio di incendio anche quando il veicolo non è in uso. La BMW si impegna alla sostituzione del riscaldatore.

In totale, le autovetture BMW a rischio incendio, per ora, sono 1,4 milioni.

Leggi anche: FCA richiama 4,8 milioni di vetture negli USA per un difetto software

Secondo i tecnici, il pericolo di incendio per i modelli della BMW segnalati e comunque molto basso, ma di sicuro deve essere corretto.

Per non incorrere in rischi, anche se per l’Italia non c’è stata alcuna segnalazione ufficiale, è opportuna una verifica per i modelli segnalati anche nel nostro paese.