@trentaminuti > Salute e benessere > I richiami alimentari del 2019 > Salame stellino marchio nativa 2018 ritirato dal commercio per listeria monocytogenes

Salame stellino marchio nativa 2018 ritirato dal commercio per listeria monocytogenes

Salame stellino marchio nativa 2018 ritirato dal commercio per listeria monocytogenes

Rischio microbiologico per salame stellino marchio nativa 2018, ritirato dal commercio per presenza di listeria monocytogenes. Il richiamo alimentare è stato pubblicato sul sito del ministero della salute il 9 ottobre 2018.

Il batterio della listeria monocytogenes, che sta oramai presentandosi frequentemente nelle note di richiamo nazionali, può risultare molto pericoloso per la salute dei consumatori. La raccomandazione è quindi di prestare attenzioni al salame richiamato.

Ritiro dal mercato di salame stellino: i dettagli dell’alimento

Il ritiro dal commercio riguarda salame stellino marchio nativa 2018 contaminato da listeria monocytogenes. Il numero di lotto del salume richiamato è 2819, con le seguenti date di scadenza: 04/12/2019, 03/01/2020, 10/01/2020, 16/01/2020, 17/01/2020, 23/04/2020, 26/04/2020 e 01/05/2020.

L’alimento si presenta in pezzi del peso di un kilogrammo e, nella nota di richiamo, si legge testualmente di “non consumare il prodotto e di renderlo al punto vendita”. L’azienda di produzione del salame è Nativa 2018 srl con sede Via Volta n 45  – Concamarise, in provincia di Verona.

Potrebbe interessarti: Gorgonzola e mascarpone Duetto Mauri ritirato dal commercio: listeria monocytogenes

Salame stellino contaminato da listeria: i rischi per la salute

Il batterio della listeria può provocare una patologia definita listeriosi. Nella forma tipica si manifesta dopo poche ore dal consumo dell’alimento contaminato attraverso scariche di diarrea, nausea, vomito e, occasionalmente febbre. Sintomi simili a una sindrome influenzale.

Nella forma più grave, la listeriosi  può giungere al sistema nervoso, dando vita a encefaliti e meningiti e forme acute di sepsi. Sono particolarmente a rischio le donne in gravidanza, è dimostrato che la listeria può causare aborto spontaneo, parto prematuro, morte in utero o infezione del feto.

Il richiamo riguardante il salame stellino non va sottovalutato e i consumatori sono invitati a prestare attenzione a non consumare il salume nel lotto e scadenze segnalate.