@trentaminuti > Salute e benessere > I richiami alimentari del 2019 > Stracchino ritirato dal commercio per escherichia coli

Stracchino ritirato dal commercio per escherichia coli

Il formaggio oggetto del richiamo alimentare, marchio Locatelli Guglielmo, è contaminato da Escherichia Coli tipo stec, un ceppo molto pericoloso per la salute. 

Stracchino Locatelli Guglielmo ritirato dal commercio per escherichia coli

In accordo con il produttore il ministero della salute, in data 11/12/2019, ha disposto che lo stracchino Locatelli Guglielmo sia ritirato dal commercio per contaminazione da escherichia coli. Trattandosi di un insidioso batterio il richiamo ha ricevuto la classifica di “rischio microbiologico”.

Il lotto incriminato non va consumato poiché pericoloso per la salute dei consumatori che possono incorrere in rischi per la propria incolumità. L’escherichia coli, infatti, è fonte di una serie di patologie importanti e nocive se si manifesta nell’organismo. Il rischio per la salute è concreto, pertanto si raccomanda la massima attenzione al formaggio richiamato

Stracchino Locatelli ritirato dal mercato: i dettagli

Il richiamo alimentare riguarda stracchino all’antica marchio Società Agricola Locatelli Guglielmo prodotto dall’omonima azienda di Frazione Reggeto. Il lotto di formaggio in questione reca numero 12/10/2019 41° settimana ed è venduto in forme del peso di 85,613 kg. A quanto sembra, le forme contaminate da escherichia coli sarebbero 48.

Per rendere il senso della gravità della vicenda,  nella nota ministeriale si cita “merce non conforme per presenza di escherichia coli stec.) Il suggerimento è, quindi, di non consumare il prodotto segnalato al fine di evitare pericoli per la salute.

Richiamo per stracchino contaminato da escherichia coli stec, i rischi per la salute

Il richiamo alimentare del formaggio è giustificato dalla contaminazione dello stesso da escherichia coli di tipo stec. Si tratta di un batterio molto insidioso e piuttosto diffuso. La sua origine è fecale e il tipo stec è tra i più pericolosi.

Si insidia nei cibi attraverso il consumo di alimenti contaminati che, in generale, possono essere carni crude, latte non pastorizzato, prodotti caseari preparati con latte non pastorizzato e vegetali non soggetti a cottura.

Nei casi più importanti le patologie riconducibili all’infezione di escherichia coli tipo stec sono la sindrome emolitica-uremica, che si caratterizza per una grave insufficienza renale acuta (spesso è necessario ricorrere alla dialisi), oltre che da anemia e piastrinopenia (ridotto numero di piastrine) e che in alcune circostanze, circa il 20% si rivela fatale.

Non a caso, nella nota del ministero della salute, viene riportata la dicitura “la merce in questione va tolta dalla vendita e effettuato il reso – in caso a commercializzazione a terze parti che successivamente mettono il prodotto sul mercato, va trasmesso immediatamente il medesimo documento”. Naturalmente, per documento ci si riferisce al richiamo alimentare stesso.

L’iscrizione resa rende l’idea della pericolosità dello stracchino marchio Locatelli Guglielmo oggetto del provvedimento, si raccomanda pertanto sia ai consumatori che ai dettaglianti di prestare attenzione al lotto segnalato del formaggio.

In particolare, i consumatori devono richiedere al dettagliante l’origine del prodotto in questione per assicurarsi che non appartenga al lotto oggetto della vicenda. Si avverte che l’escherichia coli è fonte di patologie importanti e che si tratta di un agente patogeno piuttosto diffuso sia in Italia che all’estero.