@trentaminuti > Costume e società > Varie costume e società > Tassare i robot: la proposta di Bill Gates per finanziare l’occupazione

Tassare i robot: la proposta di Bill Gates per finanziare l’occupazione

Secondo il fondatore di Microsoft è indispensabile una tassa sui robot per sostenere i cambiamenti dovuti all’arrivo dei cyberlavoratori

Tassare i robot per sostenere i lavoratori
Tassare i robot per sostenere i lavoratori

Tassare i robot per finanziare altri tipi di impiego. Questo è il principio sul quale si basa la proposta del magnate americano per gestire il cambiamento dovuto dall’avvento dei robot.

In una intervista a Quartz, il fondatore della Microsoft ha lanciato questa idea ripresa immediatamente dai media di tutto il globo.

C’è chi interpreta la proposta di tassare i robot come una provocazione, altri ritengono che sia una linea da prendere seriamente in considerazione.

Perché istituire la tassa sui robot?

Gates ha affermato che una tassa sui robot finanzierebbe le tipologie di lavoro per le quali l’elemento umano è particolarmente adatto, come la cura degli anziani e l’insegnamento. Il magnate americano sostiene che i governi, piuttosto che allo sviluppo delle imprese, debbono essere sensibili a queste tematiche in modo da sostenere le persone che hanno redditi più bassi.

L’idea è stata recepita anche dai legislatori europei i quali hanno lanciato la proposta di tassare i robot in modo da sostenere la formazione dei lavoratori che perdono il posto di lavoro. Purtroppo,per ora questa tesi è stata respinta.

“Si deve essere disposti a tassare i robot anche per rallentare la velocità di automazione” sostiene Gates, questo perché i robot sostituiranno gli esseri umani in una vasta gamma settori e attività ed è importante essere in grado di gestire tale spostamento.

Il magnate americano continua dicendo che “in un attimo si attraverserà la soglia di totale sostituzione del lavoro in alcuni settori”, riferendosi alle attività nei magazzini e nei trasporti. Queste sono solo alcune delle categorie di lavoro che nei prossimi 20 anni saranno completamente automatizzate. La tassa sui robot, secondo Bill Gates, è una delle soluzioni per reperire i fondi necessari a gestire il cambiamento.