@trentaminuti > Salute e benessere > I richiami alimentari del 2019 > Trance di pesce smeriglio ritirate per eccesso di mercurio

Trance di pesce smeriglio ritirate per eccesso di mercurio

Trance di pesce smeriglio ritirate per eccesso di mercurio

Su disposizione del ministero della salute, trance di pesce smeriglio sono state ritirate dal commercio per eccesso di mercurio. Il richiamo alimentare è stato disposto con nota del 15/10/2019 (pubblicato il 16/10/2019) per rischio chimico. Il pesce smeriglio in questione è a marchio Brasmar.

Come si legge nel dispositivo ministeriale, il ritiro del pesce viene giustificato per superamento dei limiti di mercurio, anche se non viene specificata la quantità di metallo pesante in eccesso.

Tale lacuna viene colmata dal Rasff, da dove le autorità italiane hanno recepito il richiamo numero 2019.3607, proveniente dall’agenzia europea. Li si dichiara che la quantità di mercurio rilevata nel pesce è di 2.1 mg/kg – ppm, ben superiore alla norma.

Sulla vicenda, l’agenzia europea non ha ancora definito il grado di rischio per la salute dei consumatori. Per chiarezza, il pesce smeriglio appartiene alla famiglia degli squali.

Trance di pesce smeriglio al mercurio: i dettagli del prodotto

Il richiamo alimentare riguarda trance di pesce smeriglio marchio Brasmar inquinato da mercurio, Proveniente da Guidoes 4745 – 251 Trofa Portogallo. Il lotto in questione è il numero 1900498 con scadenza 25/02/2020, si presenta in cartoni da 8 kg refrigerato.

Potrebbe interessarti: Carote dall’Italia con eccesso di pesticidi ritirate dal mercato svedese

Trance di pesce smeriglio con eccesso di mercurio: i rischi per la salute

Il consumo di pesce è la principale causa di intossicazione da mercurio negli esseri umani, che porta a importanti patologie e sintomi la cui gravità è proporzionale al livello di intossicazione.

Il quadro clinico dell’intossicazione acuta da mercurio è caratterizzato da:

  • sintomi dell’apparato digerente come dolori addominali, vomito, diarrea e gengivite con sanguinamento;
  • sintomi dell’apparato circolatorio che possono condurre al collasso circolatorio,
  • sintomi dell’apparato respiratorio come polmonite e conseguente edema e fibrosi;
  •  sintomi a carico del rene: insufficienza renale anche acuta;
  • sintomi neurologici: tremori, irritazione, ipersensibilità o perdita di sensibilità, paresi, mancanza di tono muscolare e stato confusionale.

Sintomatologie patologiche importanti che portano a raccomandare di non consumare i tranci di pesce smeriglio nel lotto indicato, facendo attenzione anche a non acquistarlo. Se lo si è fatto, è opportuno verificare che non appartenga al pesce segnalato, nel caso è opportuno disfarsene con cautela.